il Trapianto

Cosa è un Trapianto?

Per quelli che non ne fossero a conoscenza posto qui alcuni di quelli che sono secondo il mio modesto parare i siti web che trattano di Trapianti, in modo da poter capire cosa è un Trapianto d’Organi.

Wikipedia – Definizione di Trapianto d’Organi
Ministero della Salute – Trapianto d’Organo

Queste sono le fonti che in questo momento credo siano le più attendibili, sicuramente il mondo di Internet vi potrà fornire molte informazioni in più.

I Farmaci – Gestione

Per una persona portatore o portatrice di Trapianto d’Organi, la terapia immunosopressiva è fondamentale, sostanzialmente combatte quegli anticorpi che vanno ad attaccare il tuo organo nuovo in quanto lo vedono come “estraneo”, questo perchè?
Perchè non sempre la compatibilità è del 100% e anche nei casi più prossimi a tale percentuale comunque si usa il farmaco per protezione, un pò uno scrupolo giustificato.

Quindi dedico a loro, compagni di vita, esseri inanimati ai quali poter dire tutto o poter dare tutte le colpe una pagina di questo Blog, per far capire a chi dovrà affrontare un Trapianto o a chi non ne ha bisogno e ha voglia di istruirsi di come un Trapiantato vive giorno dopo giorno il rapporto con il farmaco.

Post-Trapianto
Quando uscii dall’Ospedale di Padova la mia lettera di dimissione (quanto ho amato sentirmi dire questa cosa… “Lettera di Dimmissione”), sembrava un trattato di pace tra due potenze mondiali, un’elenco di codici, cifre, analisi, reperti, lastre, raggi, quando uscii dall’ospedale mi diedero (e tutt’ora succede) ogni 2 anni, un fascicolo con al suo interno tutte le analisi del sangue e reperti vari in modo che io possa tenerli a casa.

Tra le tante righe quella sulla terapia da seguire:
Inizialmente post trapianto la mia terapia era piena di farmaci:
Deltacortene 15mg/die, Neoral 125×2/die, Bactrim F 1cp di alterni, Omeprazolo 20mg 1cp/die, Catapresan Cerotto TTS2 2 cerotti/sett, Diflucan 200mg die, Vancocin 500mg x4/die

In sostanza i primi due sono i più importanti quelli che volgarmente sono chiamati : Cortisone e Ciclosporina (nel mio caso).
Apro una parentesi, non esiste solo la Ciclosporina come farmaco antirigetto, consiglio di informarsi nel caso si abbia la curiosità di scoprire quante alternative ci sono, cosa che però solo il medico può prescrivere e decideredi cambiare.

Nella quotidianità
Tutt’ora la mia terapia è:
Deltacortene 5mg/die, Neoral 100mg

La cosa più difficile è che questi farmaci vanno presi a ore ben precise, immaginatevi voi, fate tardi la sera perchè magari siete andati al cinema, poi magari dopo ci si ferma fuori e si arriva a casa alle 2. Il giorno dopo alla solita ora, tutti i giorni dell’anno senza mai “ferie”, suona la sveglia alle 7.30 che vi avvisa che dovete prendere le medicine, e così anche alle 19.30, infatti il farmaco Neoral va preso ogni 12 ore esatte. Per il Deltacortene la cosa è diversa, il farmaco va preso la mattina a stomaco un pò pieno in quanto il cortisone a stomaco vuoto può creare parecchi problemi di dolori e altre controindicazioni che non stò qui ad elencare….
A proposito di controindiazioni sui farmaci, personalmente non le ho mai lette, ho sempre e solo ascoltato quello che era il “sentito dire”, cercando di non sapere troppo, a volte nella vita è davvero utile voler essere ignoranti su certi aspetti, altrimenti ogni giorno l’incubo controindicazione sarebbe sempre alle porte.
Questo ovviamente ha come controindicazione sia la parte fisica quanto la parte psicologica, non è facile vivere tutti i giorni sotto terapia cortisonica, umore altalenante ecc ecc (questi sono quelli “sentiti dire”).

Curiosità
Mi reputo altamente fortunato a vivere in Italia, nel mio Trentino, questo stato per quanto strampalato sia mi da la possibilità di vivere la mia vita usufruendo del SSN (Servizio Sanitario Nazionale) il quale mi passa il costo dei farmaci che non è assolutamente da sottovalutare…

La confezione da 100mg di Neoral costa 136euro

Se prendo 2 compresse al giorno di 100mg e 2 di 25mg fate voi i calcoli di quello che potrebbe essere il costo del solo sostentamento di un paziente trapiantato come me, aggiungete il costo del cortisone (irrisorio rispetto alla cifra del Neoral) e le analisi del sangue obbligatorie ogni 6 mesi.

 

 

Annunci

2 risposte a "il Trapianto"

  1. Auguro a te buona salute, non conosco direttamente il trapianto di Pancreas ma ho avuto colleghi durante la mia degenza che lo avevano, in forte in bocca al lupo per tutto!!!

    Mi piace

  2. Ciao, sono un ex diabetico insulinodipendente dall’età di 3 anni (1970). Nel 2005 mi sono trapiantato di isole pancreatiche e da allora più o meno non sono più diabetico (è un trapianto “a termine” che con gli anni funziona sempre meno).
    Sono appassionato di corsa, anche se ogni tanto mi devo fermare per vari infortuni.

    Ti auguro buona corsa e buona salute!
    Angelo

    Mi piace

I commenti sono chiusi.