Ohhhhhhh, finalmente una gita in ambiente vero, le mie paure discesistiche in neve non battuta le ho lasciate a casa a far compagnia ai gatti e armato di coraggio e determinazione ho riunito un gruppo di Amici per una gita facile ma molto remunerativa.
Decido ovviamente di andare in Lagorai, catena montuosa a mè molto cara.
Cima Nassere è classificata MS (Medio Sciatore), i dislivelli sono contenuti (800m d+), quindi è giusta per un allenamento veloce in buona compagnia.

Come arrivare:
Dalla Valsugana si esce a Castelnuovo dove si seguono le indicazioni per Strigno e successivamente per il Rifugio Crucolo.
Passato il rifugio si prosegue sino al Ponte Consèria, da dove parte la nostra gita.

La gita
Ci prepariamo, Artva acceso, faccio il “cancello” con gli altri, per prenderne l’abitudine e verificare se il mio funziona ancora, dopo di chè partiamo.

20180113_091451

Mettiamo gli Sci

Dal parcheggio, seguiamo le indicazioni per Malga Caserina e dopo 50m sulla sinistra parte una forestale innevata “Forestale Aia del Buso – Nassere” che dolcemente dopo qualche km arriva ad una stanga.

20180113_093320

Forestale Nassere

La via classica proseguirebbe a destra seguendo ancora la forestale, ma noi proseguiamo dritti per l’Aia del Buso puntando in direzione Sud, dove si inerpica in un bosco tracciato il giorno prima da due amici e una guida locale che sono stati a fare un sopralluogo.

20180113_102330

Le “Z” nel Bosco

La salita è alternata da numerose “Z” nel bosco, alcune mettono alla prova il nostro equilibrio e l’abilità nelle inversioni, sino ad arrivare ad un pianoro dove si possono distintamente vedere già alcune cime.
Il Cengello e alla sua sinistra la Cima Lasteati meravigliosi ed imponenti, verso Sud la Forcella delle Buse Todesche con l’omonima cima e a sinistra la Tombola Nera.


Percorriamo qualche km in direzione S e la traccia poi risale il pendio E del Croz di Conseria.
Anche qui numerose “Z” ci aiutano a fare gli ultimi metri di dislivello necessari per arrivare sino in Cima, dove un pianoro collega le due cime, il Monte Conseria e Cima Nassere.
Siamo a 2250m, quasi soli, infatti guardando nel versante di discesa vediamo un’incredibile quantità di scialpinisti risalire il pendio finale e la cresta.

IMG-20180113-WA0021

L’incredibile e stupendo Gruppetto

Picco break per mangiare e bere qualcosa, qualche foto di rito e togliamo le pelli.
Il pendio ci aspetta!!!!
Iniziamo a ridiscenderlo ed una polvere stupenda ci accoglie!!!
Si inizia ad urlare dalla gioia, in primis perchè io riesco a fare le curve e nel fuori pista direi che già è un’ottima soddisfazione, poi perchè non si cade e poi per la incredibile morbidezza della neve che invoglia a zizzagare continuamente disegnando alle spalle una serpentina di tutto rispetto!!!

20180113_110401

Monte Setole

Ridiscendiamo il pendio Ovest sino ad arrivare alla Malga Nassere, attraverso quello che d’estate è il “Sentiero dei Nomadi”.
Dalla Malga si prende velocità per rimontare sulla forestale che piuttosto dura e battuta a dovere riporta in 3km al Ponte.

Giornata bellissima, amici di più, sciata quasi storica per me, divertimento a 1000!!!
Ingredienti migliori non se ne possono trovare.

 

Strava: https://www.strava.com/activities/1355267467

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.