Mazzin – Rifugio Antermoia – Rifugio Principe – Rifugio Dona


Week end dedicato ai Rifugi montani.
La necessità di accumulare i timbri dei rifugi per la lodevole iniziativa del Tecnosci di Trento mi ha portato in Val di Fassa.
Sabato ho conquistato in MTB partendo da Riva del Garda il rifugio Nino Pernici, situato nella zona nord occidentale del Lago di Garda, oggi la destinazione è Rifugio Antermoia e Rifugio Dona.

Ci si trova con due amici e si parte alla volta di Mazzin 1350m dove parcheggiamo l’auto, risaliamo il paese fino ad arrivare all’imbocco della val de Udai e adiacente al suo omonimo torrente iniziamo la salita.

Il sentiero è il n E579 che si imbocca a circa 1480m e risale la valle molto velocemente con pendenze che sono davvero impegnative.

IMAG1731
A quota 1630m circa il sentiero si unisce con l’E580, mantenendo la stessa pendenza con tratti di piano raggiugne quota 2001m dove un bivio indica per Rifugio Antermoia.

Siamo sul Pian de le Gialine e la vista è fantastica.
A nord nord/est si può ammirare il Sasso Piatto e in senso orario il Gruppo del Sella, il Gran Vernel , Marmolada.
Verso Ovest il gruppo del Catinaccio.

IMAG1738
Proseguiamo sempre su sentiero E580 rimontando sino a Pas de Dona e in leggera discesa arriviamo al Rifugio Antermoia dove ci fermiamo per un caffè e io applico il timbro alla carta.

IMAG1741

Lago Antermoia

IMAG1738

Rifugio Antermoia in ricostruzione

Il giro sarebbe finito qui, ma essendo molto presto decidiamo di proseguire visto che il tempo come temevamo non fa i capricci ma regge bene e ci sta regalando finalmente una giornata come si deve.
Proseguiamo sul sentiero E584 e incontriamo imponente il Lago d’Antermoia, un paio di foto e proseguiamo in direzione Passo Antermoia 2772m.

IMAG1750

Lago Antermoia e Marmolada

IMAG1749

Bivio al Vallone di Antermoia

Anche da qui il panorama lascia senza fiato, Punta Emma, Torri del Vajolet, le Teste d’Agnello, Cima del Vaiolet svettano verso il cielo.

IMAG1744

Passo Antermoia

IMAG1745

Panorama dal Passo

IMAG1743

in lontananza il Passo Principe con l’omonimo rifugio

Tramite una discesa piuttosto ripida raggiungiamo  il Rifugio Principe 2599m dove ci fermiamo per pranzo, infatti sono le 12 circa e il mio stomaco inizia a urlare pietà.
Un’orzetto per me, della pasta per loro e mangiamo fuori tra una schiarita di sole e una folata di vento per nulla estivo.
Non stiamo molto, ripartiamo subito in quanto la situazione del tempo sta iniziando a prendere una brutta piega… Un grosso nuvolone oscura il poco sole che al Passo si riesce a prendere quindi decidiamo di tornare sulla via del ritorno.
Rimontiamo a ritroso il Passo Antermoia, 170m di dislivello e il pranzo sullo stomaco si sente, in realtà anche i primi segni di stanchezza accumulata inizia a farsi sentire…
Rimontato il passo inizia il ritorno in discesa che mi regalerà momenti di alto godimento.
Infatti scendendo dal Passo Antermoia e successivamente dal Passo di Dona mi lascio trasportare verso il basso da ghiaioni morbidi che permettono in poco tempo di perdere quota.
Torniamo al bivio incrociato la mattina e questa volta però prendiamo direzione Est verso la Val di Dona, infatti a quota 2100 circa ci fermiamo al Rifugio Dona, dove posso applicare il mio secondo timbro (siamo a quota 7 su 12 necessari).

IMAG1754

la Regina delle Dolomiti (Marmolada)

Un caffè, una coca cola e un piccolo spuntino prima di iniziare la vertiginosa discesa che attraverso il sentiero E577 porta fino all’abitato di Mazzin attraversando il bosco.

IMAG1737

Pian de le Galine

La discesa è terribilmente in piedi, infatti sulla strada Forestale sono cementate le due zone per il transito di jeep.
Un cartello all’inizio della salita cita all’incirca queste parole:” Transito consentito a mezzi a trazione integrale leggeri quali jeep con carico ridotto. L’ente non si prendere responsabilità in quanto a danni arrecati durante la salita!” (Insomma, state attenti che qui c’è quasi il rischio capottamento)!!!
Sono le 16.30 quando siamo di nuovo a Mazzin, ci fermiamo per rigenerarci alla fontana del paese dove immergo seppur per pochi secondi le gambe. L’acqua gelida ridà vita ai miei piedi e ai miei polpacci provati per la discesa.

Il tempo ha retto, finalmente una giornata intera senza acqua ci ha accompagnati in questa pazza estate!!!

L’orologio segna 21,5km e 1800 d+ circa, sono soddisfatto, un ottimo allenamento!!!

2 risposte a "Mazzin – Rifugio Antermoia – Rifugio Principe – Rifugio Dona"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.